Fiat Daily e Fiorino – Come si sgancia la ruota di scorta ?

Chi protesta: AZIENDA CON 7 AUTOMEZZI AUTOCARRI FIAT IVECO
Contro chi: FIAT – IVECO
Per qualche motivo: SISTEMA DI AGGANCIO RUOTA DI SCORTA

FIAT – IVECO ha “inventato” un sistema di aggancio della ruota di scorta per Daily e Fiorino CHE NEMMENO I MECCANICI, METTENDO IL VEICOLO SUL PONTE sono in grado di USARE !

In pratica E’ IMPOSSIBILE SOTITUIRE LA RUOTA DI SCORTA, perchè hanno inventato un sistema a paranco per calare e alzare la ruota di scorta DOTATO DI FRIZIONE che NON FUNZIONA.

fiat iveco daily Continua a leggere …



Nessun Bambino Solo: con SOS Villaggi deiBambini puoi cambiare la vita dei bimbi meno fortunati in Italia

L’infanzia può essere terribilmente difficile in certe situazioni di disagio sociale.

I Villaggi SOS esistono per accogliere in un contesto di tipo famigliare i bambini che sono costretti a crescere da soli perché rimasti orfani, abbandonati o perché allontanati dalla propria famiglia di origine, impossibilitata a prendersi cura di loro.
Nelle case che formano i Villaggi SOS vivono dai quattro a dieci bambini, insieme a un’educatrice residenziale e ogni Villaggio si compone di circa 8-15 nuclei familiari.
La continuità offerta dal servizio SOS è la precondizione per lo sviluppo di legami affettivi stabili e duraturi e, una volta diventati maggiorenni, i ragazzi continuano a essere affiancati e supportati da parte del Villaggio, attraverso servizi e strutture loro dedicati

Nessun Bambino Solo

Nessun Bambino Solo

#nessunbambinosolo è la campagna di SOS Villaggi dei Bambini per sensibilizzare sull’importanza di queste iniziative e per trovare sostenitori continuativi che vogliano prendersi cura dei villaggi e dei bambini ospitati. Continua a leggere …

Sofferenze bancarie, fuori i nomi dei responsabili

Chi protesta : guido

Contro chi: Responsabili delle sofferenze bancarie

Oggetto: Sofferenze bancarie

In questi giorni, ma ormai da molti mesi, si sente parlare di sofferenze bancarie; ho capito che si tratta di crediti che le banche che li hanno concessi non sono più in grado di recuperare (totalmente o parzialmente).

L’entità complessiva varia da 180 a 220 fino a 350 (Economist) miliardi di euro: a parte l’incertezza dell’importo totale, c’è comunque la certezza, pena il default delle banche e non solo, che questi “buchi di bilancio” verranno ripianati e la soluzione più probabile è che intervenga lo Stato cioè i cittadini del nostro Paese.

E’ a questo punto che scatta la protesta: perchè debbono essere i cittadini comuni a pagare per errori fatti da altri cittadini? Chi ha agito in maniera disonesta o scorretta o superficiale o comunque irresponsabile, dovrebbe essere il primo a dover riparare ai propri errori. Chi sono questi soggetti persone fisiche o società con i loro CEO, AD, Presidenti ecc. ecc?

le sofferenze bancarie

Continua a leggere …

Chiediamo alla RAI di destinare ai libri una quota del Canone

CHI PROTESTA: Pagina Facebook Aerarium Litterarum
CONTRO CHI: RAI
PER QUALE MOTIVO: Petizione per la creazione di un Fondo per la Letteratura

Ci è stata segnalata la pagina facebook di Aerarium Litterarum  (https://www.facebook.com/FondoLetteratura/) e l’iniziativa per una petizione per la creazione di un fondo per la letteratura destinando una quota del Canone RAI ad opere letterarie.

La petizione è su change.org a questo indirizzo.

Il concetto è molto semplice, il risultato molto difficile da raggiungere e c’è bisogno dell’aiuto di tutti quanti amino la cultura .

Tutte le famiglie italiane destinano ogni anno una somma non indifferente al pagamento del Canone RAI (lasciamo qui perdere tutte le polemiche relative a questo) .  La RAI è destinataria di questi fondi perchè come Servizio Pubblico radiotelevisivo è tenuta a portare cultura alle famiglie .  Ma la cultura non si può restringere ai soli spazi televisivi e radiofonici .  La cultura è di più .  Libri, riviste, biblioteche, musei, pinacoteche ,

Aerarium Litterarum propone che una piccolissima parte del canone RAI sia destinato a creare un fondo per la letteratura .

Da amante dei libri capisco e sostengo questa posizione e vi invito a firmare la petizione.

La petizione è in quattro lingue: italiano, latino, inglese e tedesco .

petizione-aerarium-litterarum Continua a leggere …

Come rivoluzionare il sistema industriale e produttivo con l’economia circolare

Arriva l’ECONOMIA CIRCOLARE in Trentino:

come rivoluzionare il sistema industriale e produttivo

Questa non è una protesta, come siamo soliti pubblicare su questo sito, ma ritengo che questo comunicato stampa sia comunque in linea con gli argomenti di questo blog.

Se protestiamo, vogliamo cambiare le cose . Se protestiamo è perchè vediamo qualcosa che non funziona e vorremmo sia fatto meglio e diversamente .

La protesta è dar voce alle proprie idee .

In una società che ha perso di vista cosa significa economia sostenibile, ben vengano nuove idee, ben venga la volontà di cambiare le cose, così come ci viene prospettato in questo invito a partecipare alla conferenza per l’economia circolare.

Addio ai temi di sostenibilità ed economia della decrescita. Arrivano le imprese dell’economia circolare. Se ne parla alla conferenza del 12 Ottobre con Giovanni Corbetta (Ecopneus), Giulio Bonazzi (Aquafil), Thomas Miorin (RE-lab) e la startup HTC Bio.

Perché abbiamo oggetti che usiamo un paio di volte all’anno? Cosa significa buttare un intero cellulare solo per cambiare una componente? Cosa possiamo fare con gli scarti organici e materici che produciamo ogni giorno? Perché generiamo energia da fonti non rinnovabili? Continua a leggere …



Scommesse sportive sponsor della Nazionale di Calcio

Intralot sponsor della Nazionale di Calcio

Foto di Il Fatto Quotidiano

Il nuovo sponsor “premium” della Nazionale di calcio è Intralot, gruppo mondiale delle scommesse sportive.

Dopo l’invasione sulle maglie di squadre italiane ed estere, ora le scommesse arrivano anche sulla maglia della Nazionale di Calcio.

Può una rappresentanza dello Stato infischiarsene della difficile lotta contro la ludopatia che viene portata avanti dallo Stato stesso, oltre che da svariate associazioni ?

La Ludopatia è un problema da prendere sul serio.

Leggendo da Wikipedi, il gioco d’azzardo patologico è un disturbo del comportamento rientrante nella categoria diagnostica dei disturbi del controllo degli impulsi.

Nell’edizione di maggio 2013 del DSM il gioco d’azzardo è stato inquadrato nella categoria delle cosiddette “dipendenze comportamentali”. Ha una forte attinenza con la tossicodipendenza; infatti il giocatore d’azzardo patologico mostra una crescente dipendenza nei confronti del gioco d’azzardo, aumentando la frequenza delle giocate, il tempo passato a giocare, la somma spesa nell’apparente tentativo di recuperare le perdite, investendo più delle proprie possibilità economiche (facendosi prestare i soldi e coprendosi di debiti) e trascurando gli impegni che la vita gli richiede. Continua a leggere …