La manovra non è equa

CHI PROTESTA: Salvatore Admin
CONTRO CHI: Governo Monti
PER QUALE MOTIVO: La manovra finanziaria straordinaria non è equa

Nonostante ci sia uno sforzo incredibile per far credere che la manovra Monti sia equa, specialmente da parte del nuovo Presidente del Consiglio e dei suoi ministri, equa non è ed iniziano a dirlo anche i politici sia di minoranza (la Lega, ma aveva annunciato dura opposizione) che di maggioranza (PD e PDL insieme, ma anche IDV che forse adesso è un po’ in bilico).

Ma soprattutto se ne accorgono tutti i cittadini che la manovra equa non è, da qualsiasi punto di vista la si guardi.

Il Governo sembra pensare (sbagliando) che equa significhi che colpisce tutti .

Equa allora non è perchè non colpisce tutti. I pensionati e le famiglie monoreddito sono ancora una volta la stampella su cui si deve reggere tutta la manovra. Le aliquote IRPEF per i redditi più alti non sono state ritoccate come promesso, non si è messa la patrimoniale, non si sono tassate adeguatamente le rendite finanziarie.

Addirittura dalla nuova IMU, che sostituirà l’ICI e riproporrà il pagamento della tassa di possesso sugli immobili anche per l’abitazione principale, inglobando anche IRPEF ed addizionali IRPEF (la U sta per imposta Unica sugli immobili) favorirà i pluriproprietari visto che sostituiranno un imposta progressiva adesso a scaglioni con un imposta fissa .

Ancora una volta non si è fatto nulla per la lotta all’evasione e quindi la manovra colpisce particolarmente i lavoratori dipendenti, specialmente quelli pubblici, lasciando ampi spazi di manovra ai lavoratori autonomi.

Ma Equa dovrebbe significare che il peso è distribuito equamente su tutti, in base alla propria capacità contributiva .

Alla base del nostro fisco ed a quello di tutti gli stati demografici vi è la proporzionalità dell’imposta al reddito prodotto, con scaglioni a salire con aliquote più alte man mano che aumenta la ricchezza.

Se si guarda la manovra da questo punto di vista non è equa. Non solo non colpisce i redditi alti e le capacità di produrre reddito, ma non toglie neanche quei previlegi che in questi anni sono stati concessi alle classi più alte.

Non sono stati tagliati i favori alla casta ed il fatto che Monti rinunci allo stipendio da ministro è solo una presa in giro di fronte al fatto che per accettare l’incarico ha preteso il ruolo di senatore a vita, con emolumenti ben più alti e duraturi.

Ma d’altra parte, come ha detto qualcuno, se fosse stata equa e chiedesse ai redditi alti di contribuire, la manovra non passerebbe in parlamento, dove si sa di operai monoreddito con figli a carico ce ne sono pochi.

La prossima volta che ci sarà un governo tecnico, oltre ai professori della Bocconi, nel Governo ci dovrebbero stare anche un insegnante, un metalmeccanico, una segretaria ed un operaio. Magari non potranno proporre una manovra finanziaria, ma un bello scappellotto ai professori quando non si rendono conto di come vive la famiglia italiana potrebbero darlo .


About admin-Salvatore

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei argomenti su blogsdaseguire.it.

9 thoughts on “La manovra non è equa

  1. roberto

    tanto al prossimo anno dovranno fare una nuova manovra di correzzione dei conti pubblici dato ch el amanovra ci spedira in recessione profonda
    il cane che si morde la coda

  2. Nikolaaus

    Questa è una manovra che va soltanto a salvare i debiti delle banche italiana. I nostri debiti chi ci li paga? Apparte questo non è giusto che dopo questa mazzata nessuno fa sciopero come per il governo precedente. Domanda perchè questi politici continuano a guadagnare così tanto circa euro 30.000 al mese quanto io guadagno in tre anni? Bastava che si riducevano lo stipendio per mille di loro che la manovra era fatta.
    Grazie e alla prossima.

  3. renato

    La cosi detta manovra “salva italia” , per me (furto agli italiani), portera’ alla distruzione totale dell’economia italiana ed al definitivo impoverimento dei cittadini italiani.Bastava un piccolo Rag. da sottoscala ,tipo “Fantozzi” per mettere in piedi,una manovra come questa, senza scomodare i grandi , cosi detti Tecnici !Ha salvato come tutti i suoi predecessori solo i ricchi!Ma era facile prevederlo ! Bravo Professor Monti ! Anche lui si e’ subito adeguato al sistema !

  4. luigin 54

    buon giorno
    dopo aver visto la trasmissione intoccabili del07/12/11sul canale la 7 ho appreso che ogni parlamentare ci costa
    1.200.000 euro ogni 5 anni.non si vergognano lor signori(x modo di dire) a chiedere sacrifici alla povera gente??
    ho una ricetta alla prossima manifestazione armiamoci di bastoni e facciamo come hanno fatto i tunisini-libici+egiziani e cacciamoli via dalla nostra terra.non non siamo inferiori alla gente di questi paesi.forza dunque italiani pensateci bene se non ci diamo un taglio ora sara’ sempre peggio.
    cordiali saluti a tutte le persone oppresse.

  5. angelogranatamilano1957

    Ma di cosa vi meravigliate? Non vedete che ancora oggi tutti i politici (senatori e parlamentari) di qualsiasi colore e orientamento dimostrano di essere privi di vergogna? Loro, unitamente ai ricchi evasori, alle banche e alle organizzazioni criminali hanno causato tutto ma a pagare sempre i soliti. VERGOGNATEVI POLITICI. FATE SCHIFO.

  6. Alberto D.

    Non colpisce i soliti noti??? Rivalutazione pensioni : dopo 1400 euro ci si perde il 3.3% anno – peccato avere lavorato 42 anni! c/c 34 % per tutti ? Chi ha un milione di euro paga come chi ha 5000 sudati risparmi? e l’elemosina sulle sigarette serve per abbassare le tasse sul lusso come pellicce, yackt, aerei privati etc.
    VERGOGNATEVI POLITICI.

  7. Azar

    La manovra “affonda Italia” e non salva Italia darà i suoi risultati entro febbraio marzo del 2012 quando scoppierà la vera crisi in tutto il mondo occidentale. Qeullo retto delle grosse banche finanziarie di questo pianeta.
    PEr tale data o si rivoluzionerà l’intero sistema o l’intero sistema autocollasserà su una mancanza di fondamenta.
    La crisi è stata prodotta dall’uso improprio del valore delle monete internazionale da parte delle banche che hanno creato crediti e conseguenti debiti con soldi praticamente inesistenti (metodo della riserva frazionaria).
    Ora cercano quei soldi ed hanno inventato la crisi economica infondendo nei popoli una sorta di shock economy per evitare che protestino all’arrivo di nuove tasse.
    Ma tra poco anche i popoli non avranno altro da dare e, la storia insegna, quando i popoli non mangiano non hanno altro da fare che fare le rivoluzioni.
    A febbraio marzo si ragigungerà il limite sopratutto con la crisi che dovrebbe investire da gennaio la Francia.
    L’unica soluzione era smontare l’euro e il sistema finanziario delle banche che hanno distribuito soldi carta-straccia. Ogni paese deve torare alla propra autodeterminazione della moneta e darlgi il valore che in base alle sue riserve auree.
    Il debito tutt’ora esistente è solo carta straccia ed al nostro governo sono andate persone che non hanno preso nessun voto dal popolo italiano, per ci trattasi di un governo illegittimo e non valido costituzionalmente.
    Così dicasi di tutto ciò che faranno.

  8. Vincenza

    Concordo pienamente con LUIGIN54. Ma cosa aspettiamo? stiamo ancora zitti? E’ ora di dire basta. Organizziamoci. Siamo tutti stufi. Basta uno che parte e organizza, in molti seguiamo armati di mazze e bastoni. Non se ne può più. Ormai tutti sappiamo dei guadagni e degli sperperi della casta. Non si può restare fermi..

  9. biagio

    NON ANDANDO A VOTARE DAREBBE UN FORTE SEGNALE A QUESTO MARCIUME EREDITATO DAI NOSTRI GENITORI

Partecipa alla protesta. Qual è la tua esperienza ?