In attesa della regolamentazione del poker live

Dateci il poker live.

A inizio anno giravano voci di un eventuale invio del testo normativo sul poker live a Bruxelles, nato per far fronte agli adeguamenti degli obblighi comunitari del 2009. Questi pettegolezzi però sono risultati totalmente infondati.

Vi è una sola cosa vera, ovvero che l’attuale governo Monti ha inserito nel suo programma, una parte relativa alla disciplina del settore del texas hold’em live attraverso l’assegnazione di licenze, che avverrà per mezzo di un bando entro metà anno. Quindi bisogna aspettare all’incirca 40 giorni per la pubblicazione del testo relativo al decreto, facendo un po’ di conti, entro al massimo fine marzo.

L’amministrazione autonoma dei monopoli di Stato si incaricherà quindi di comunicare il testo alla Commissione Europea, e dopo la comunicazione passeranno 3 mesi durante i quali ci saranno discussioni sul testo ed eventuali modifiche. Quindi entro inizio primavera il testo dovrebbe essere in Belgio.

Quindi quale sarà la sorte del mondo del poker live? Questo è ciò che ci si chiede nel mondo del poker dal vivo. La commissione Finanze italiana non ritiene urgente questo decreto, e visto che questa caratteristica rappresenta il requisito per l’approvazione, bisogna domandarsi quali saranno le tempistiche a riguardo.

Si tratta quindi di un mese rivelatore per il poker dal vivo. La gara inizialmente doveva essere alla fine dello scorso novembre ma questa è slittata di 6 mesi, ciò ha comportato all’Erario una perdita di circa 80 milioni di euro. Questo mercato sta aspettando una disciplina in merito da oramai 3 anni, che non sia arrivato il giusto momento? Magari a breve anche il poker live otterrà il successo del poker online diventato famoso grazie alle maggiori sale da gioco ad esempio Titan e Partypoker. Scoprilo, vai su Pokerstars.

About admin-Salvatore

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei argomenti su blogsdaseguire.it.

One thought on “In attesa della regolamentazione del poker live

  1. Marco

    Ciò che mi scandalizza è che in questo momento di crisi lo stato possa anche solo pensare di speculare con licenze e monopoli sulla disperazione della gente che alla ricerca di una illusione di benessere finisce per rovinarsi, o nella migliore delle ipotesi a sperperare denaro a vantaggio di pochi,siano concessionari o gestori di poker on-line, bische, e casa da gioco e simili. E tutto questo con l’imprimatur del governo con tanto di bolla AAMS.
    Come dire, rovinati la salute fumando e il conto in banca giocando, basta che lo fai legalmente lasciando l’obolo allo Stato.

Partecipa alla protesta. Qual è la tua esperienza ?