proteste contro le pellicce

pelliccia moda assassina
In questi giorni si sono tenute manifestazioni di protesta contro l’uso delle pellicce nella moda.

Come leggo su QN una prima manifestazione si è tenuta a Rho il 3 marzo.

Una ventina di animalisti hanno protestato davanti all’ingresso Porta Est del polo fieristico di Rho, in occasione dell’apertura del Mifur, Il Salone Internazionale delle pellicce e della pelletteria che si svolge  fino al 9 marzo.

50 milioni gli animali ogni anno vengono uccisi dall’industria della moda, tramite gas, elettrocuzione o con bastonate sul muso,per produrre pellicce o inserti, ma anche accessori.

La protesta animalista è stata promossa dall’associazione “La lepre”, gruppo per la liberazione animale, umana e della terra. Una manifestazione contro «il macabro, ingiustificabile e insensato sfruttamento degli animali utilizzati per realizzare capi di abbigliamento e rifiniture».

La manifestazione di protesta è durata un paio di ore. Sono stati distribuiti centinaia di volantini con la foto di uno degli allevamenti di visoni, «un orribile capannone fatto di minuscole gabbie di rete metallica, aperto sui lati per esporre gli animali al freddo e rendere così il loro pregiato pelo più folto».

Proprio contro la strage di visoni hanno protestato invece  il 2 marzo in piazza San Carlo, nel centro di Milano e  a Montirone.

visone libero

Obiettivo dei manifestanti: modernizzare la legislazione italiana copiando chi in Europa ha già messo fuori legge quanti allevano animali per ricavarne pellicce. «L’Olanda e altri Paesi l’hanno fatto – protestano gli attivisti -. E noi che cosa aspettiamo?». Da qui l’invito a sottoscrivere la petizione online sul sito www.visoniliberi.org.

Sono 16 gli allevamenti di visoni in Italia, dove vengono tenuti e uccisi ogni anno 200.000 animali per la loro pelliccia.



About admin-Salvatore

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei argomenti su blogsdaseguire.it.

Partecipa alla protesta. Qual è la tua esperienza ?