Cava de’ Tirreni. Multa che fa protestare

CHI PROTESTA: Gerardo Caputo
CONTRO CHI: Comune di Cava de’Tirreni
PER QUALE MOTIVO: Multa errata incontestabile

storie di multe e municipale

Vorrei raccontarvi questo episodio per protestare contro questo paesello pieno di insidie ma soprattutto contro chi lo governa: in questi giorni mi è arrivata una raccomandata con allegato un verbale di contravvenzione per aver circolato “a opinione loro” contromano in una strada ove vigeva il divieto di transito.

La via in questione è: “incrocio tra Via Gaetano Cinque e Via Vincenzo Palazzo” in data 10/04/2014 alle ore 15:34.

Essendo confuso e alquanto frustrato ho iniziato a fare delle ricerche con maps seguendo le indicazioni riportate dal verbale. Dopo un po’ sono riuscito a rintracciare la via dov’è avvenuta la suddetta contravvenzione e qui vi è il segnale che indica il PREAVVISO del senso vietato (Ex divieto di Accesso).

Secondo le norme del codice stradale, il pannello integrativo sottostante indica esattamente che a 150 m dal segnale posto inizia la validità di quest’ultimo.

Ovviamente mi sono recato subito al comando dei vigili per avere spiegazioni e mi hanno informato che in tale data vi era il divieto di accesso per via di un pericolo di frana.


Ho fatto subito notare che non ho trovato nessun segnale provvisorio che vietava l’accesso alla suddetta via e tantomeno un posto di blocco per evitare il transito dei veicoli onde evitare una situazione di pericolo grave come quella che mi hanno illustrato. Per di più l’auto di pattuglia si era fermata affianco la mia e non mi hanno segnalato nulla.

Senza tergiversare ho chiesto di fare ricorso e mi è stato negato dicendo semplicemente che il verbale è stato ormai notificato ed anche se dalla parte della polizia, effettivamente c’è un errore umano, la mia situazione non cambia.

Morale della storia, mi toccherà pagare ingiustamente una multa per via dell’incompetenza di qualche vigile che gioca a fare il poliziotto ignorando alcune regole basi del codice stradale.

A questo punto mi viene in mente: Nell’ipotesi effettivamente ci fosse stata una frana e la strada era comunque accessibile al traffico, senza alcuna supervisione, cosa sarebbe successo ?

In più ho saputo che lo stesso verbale lo hanno ricevuto diverse altre persone che si sono lamentate come il sottoscritto senza avere risultati. Quindi parlo a nome loro per aprire questa protesta. Allora se il suddetto comune cerca di trovare modi nuovi per spillare quel po’ di soldi che rimane alla popolazione, ormai allo stremo delle forze e in balia della disperazione è giusto per voi lettori che continuino a comportarsi in questo modo deplorevole?

Chiedo non solo a tutti i cavesi che hanno ricevuto questo verbale di partecipare alla protesta, ma anche a tutti coloro che ogni giorno si trovano a dover combattere contro le angherie di enti comunali e provinciali che non si fanno scrupoli contro dei poveri cittadini senza lavoro e in condizioni al quanto precarie e soprattutto per far conoscere la vera facciata di questo luogo pieno di ladri autorizzati !

About Chi protesta

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei argomenti su blogsdaseguire.it.

2 thoughts on “Cava de’ Tirreni. Multa che fa protestare

  1. Salvatore-Admin Post author

    Non capisco la risposta che ti hanno dato a proposito del ricorso.
    E’ proprio dal giorno di notifica che iniziano a decorrere i giorni entro cui fare ricorso. entro 30 giorni dalla notifica se ti rivolgi al giudice di pace, entro 60 giorni dalla notifica se fai ricorso al prefetto.

    E sicuramente non puoi fare ricorso prima della notifica, ossia prima che l’atto venga a tua conoscienza.

    Inoltre nel verbale ci devono essere tutte le informazioni per poter fare ricorso. Se non ci sono l’atto è nullo.

  2. Gerardo Caputo

    Guarda a me in pratica hanno riferito che anche se farei ricorso lo perderei lo stesso, a questo punto non posso fare altro!

Partecipa alla protesta. Qual è la tua esperienza ?