EPAS e le trattenute INPDAP

CHI PROTESTA: Annamaria
CONTRO CHI: EPAS
PER QUALE MOTIVO: mancata assistenza

Ho contattato EPAS (Ente di Patronato e Assistenza Sociale) circa due mesi fa affinchè venisse a capo del perchè delle trattenute che l’ex INPDAP effettua da anni sulla mia pensione.

Il dottore (così l’hanno chiamato ma ignoro il nome) dopo una ricerca fatta al computer per accedere ai miei dati personali, ovviamente con il mio consenso, rileva l’esistenza delle trattenute e promette di interessrsi.

Non avendo avuto alcuna notizia dopo un adeguato lasso di tempo, mi faccio sentire telefonicamente e la stessa persona si scusa dicendo di non avere al momento tempo per la questione e mi chiede di ritelefonare più tardi.

L’elusività della risposta e soprattutto il tono mi hanno fatto capire che qulcosa era cambiato; infatti ne ho avuto la conferma poichè alle mie ulteriori telefonate non ho ricevuto risposte. Ho contattato telefonicamente la sede centrale di Roma e una signora mi ha detto che si sarebbe subito interessata, infatti mi ha telefonato poco tempo dopo dicendomi che le ricerche erano in corso e che, se non avessi avuto notizie, di non richiamare più alla sede di Roma ma di rivolgermi ad un altro sindacato.

Ovviamante nessuna notizia e nessuna risposta ai miei tentativi di contatto telefonico.

Stamattina, dopo l’ennesimo tentativo infruttuoso con il fisso di casa, ho ripetuto il numero con il cellulare. Mi ha risposto sempre il dottore che mi ha messo in comunicazione con una terza persona la quale afferma che non esistono trattenute sulla mia pensione e contestualmente mi consiglia che se voglio “uscirne” di rivolgermi ad un avvocato.

Cosa è in realtà EPAS? Di chi sono i diritti che difende?


—- note di redazione —

Dal sito dell’ EPAS leggiamo queste informazioni:

L’EPAS – Ente di Patronato e di Assistenza Sociale– rappresenta il primo Istituto riconosciuto dalla legge del 30/03/2001 n° 152.

Promosso dalla F.N.A. (Federazione Nazionale Agricoltura), questo Patronato si propone come “nuova forza” a completo servizio dell’utente per l’assistenza Sociale e Previdenziale.

L’attività, esercitata sia sul territorio nazionale che all’estero, viene svolta in forma assolutamente gratuita, in quanto finanziata da apposite sovvenzioni ministeriali, ed è sottoposta al continuo controllo ed alla vigilanza del Ministero del Lavoro sulla base della Legge 152 del 2001, che ne definisce ruolo, compiti e modalità.

l’EPAS si pone come “sportello unico” al quale il cittadino può oggi rivolgersi per la risoluzione di una vasta gamma di problemi, evitando di recarsi presso uffici diversi per ciascuna delle questioni da risolvere.  Gli Operatori Epas offrono consulenza qualificata e gratuita a tutti i cittadini al fine di istruire, presentare e far liquidare le prestazioni previdenziali presso gli Enti erogatori (INPS, INAIL, INPDAP, ASL, ENASARCO, ecc).

Da queste note si rileva che Annamaria si è correttamente rivolta all’ EPAS, che svolge effettivamente assistenza sulle problematiche per le quali vi si è rivolta.

About Chi protesta

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei argomenti su blogsdaseguire.it.

Partecipa alla protesta. Qual è la tua esperienza ?