Blog

Una nuova direzione del 06/05/2011
Per vari motivi che ho chiarito negli articoli di fine aprile e di oggi 6 maggio ho deciso di rivedere la politica di pubblicazione delle proteste. Voglio rendere questo sito più di attualità e con argomenti di maggiore interesse nazionale. Basta quindi alle piccole disavventure personali e largo ai grandi temi sociali e politici. Nel restyling la sezione Chi Sciopera è stata accorpata alla principale Chi protesta ed è stata eliminata la pagina relativa ai contest.

Un po’ di censura del 18/03/2011
Visto che ho avuto notizia di persone piuttosto permalose e dalla denuncia facile (anche se immotivata) ho cercato di eliminare da tutti gli articoli pubblicati dei riferimenti troppo personali. (non ho letto tutto quindi se qualcosa è sfuggito basterà segnalarlo) . Inoltre da oggi c’è un cambio di politica di pubblicazione, per cui mi riservo il diritto di censurare e sostituire con asterischi riferimenti a persone e luoghi che possano essere visti come lesivi della reputazione di persone o società. Ci interessa cosa e perchè, non chi .

Uomo avvisato del 06/03/2011
Quando è possibile contattare il destinatario della protesta via email o via fax, lo avviso della protesta in corso e lo invito a replicare con la sua versione dei fatti e magari ad aiutare chi sta protestando e gli altri nella stessa situazione.

Questa segnalazione veniva fatta anche prima, ma solo da oggi ho aggiunto il bannerino giallo Protesta segnalata a ……… nei dati della protesta.

Perciò il fatto che su qualche protesta manchi, anche se il destinatario è identificabile, non significa che l’avviso non sia stato fatto, ma solo che è una protesta vecchia e non aggiornata con la grafica.

millesimo commento
Il 04/02/2011 Chiprotesta.it ha raggiunto il commento n. 1.000, ovviamente tutti commenti pubblicabili. Lo spam cancellato è anche superiore.

Non è colpa mia del 09/01/2011
Ho inserito la seguente dichiarazione di scarico di responsabilità nella pagina di invio della protesta e nella pagina info. Il fatto che sia inserita solo oggi non significa che precedentemente la situazione e le responsabilità inerenti questo sito siano state diverse, ma semplicemente finora erano sottintese:

L’ideatore e curatore del sito chiprotesta.it non assume alcuna responsabilità per le azioni degli utenti del sito. L’ideatore medesimo non risponde altresì dei contenuti postati dagli utenti sia come articolo-protesta che come commento di partecipazione, delle attività suggerite, e delle azioni compiute dagli utenti in qualsiasi forma esse vengano realizzate. L’autore del presente sito non può essere considerato in alcun modo responsabile delle eventuali condotte degli utenti.
Lo scopo del sito chiprotesta.it è semplicemente divulgativo di opinioni personali, non necessariamente condivise dall’autore del sito. Proporre una protesta da pubblicare sul sito chiprotesta equivale a scrivere una lettera al direttore di un qualsiasi giornale, parlarne su chat, forum,newsgroup o siti di social news.
Confermando quanto scritto comunque l’autore del sito opera attivamente per il controllo dei contenuti, eliminando qualsiasi chiara offesa,calunnia, maldicenza ecc. Questo controllo preventivo non può comunque impedire che siano pubblicati testi e commenti lesivi della credibilità di persone o società che possono richiedere in qualunque momento la rettifica o la cancellazione. Eventuali testi lesivi pubblicati non devono ritenersi come approvati dall’autore. Tutto quanto scritto su questo sito può essere esteso, modificato o completamente eliminato da parte del curatore, senza darne annuncio separato, in qualsivoglia occasione lo ritenga utile.
In poche parole svolgo un servizio di pubblicazione. Per i contenuti del sito è responsabile unicamente chi li ha proposti.
Questo disclaimer è soggetto a revisione in qualsiasi momento e non deve ritenersi esaustivo.

Categorie più in vista dal 30/10/2010
Ho cercato di mettere più in vista le varie categorie in cui sono state divise le proteste già pubblicate. Il Tag Cloud che finora era visibile solo in fondo alla pagina, adesso è stato messo in evidenza in alto, subito prima del menù. Spero in questo modo di facilitare le ricerche e di invogliare alla lettura delle proteste già pubblicate.

il nuovo nato del 03/08/2010
Come l’anno scorso i numerosissimi commenti alla pubblicità del tonno nostromo mi hanno fatto nascere l’idea di Bastalaparola.it, il blog dedicato agli spot televisivi, quest’anno una protesta tutta mia contro le marche da bollo hanno fatto nascere un nuovo sito di protesta, questa volta monotematico sull’imposta di bollo, NOmarcadabollo.it .

Il riepilogo del 27/03/2010
Ho fatto un piccolo riepilogo delle proteste pubblicate in quasi un anno di attività: 71 proteste pubblicate, 1 scartata per falso indirizzo email, 680 commenti esclusi quelli di spam e molte soddisfazioni. Gli argomenti più gettonati sono politici, seguiti dalle lamentele su TV e telefonia.  Assenti le assicurazioni e quasi assenti banche e poste italiane Spa .

Le notizie sugli scioperi dal 05/03/2010
Ho aggiunto una nuova sezione: Chi Sciopera in cui manualmente inserirò le notizie sugli scioperi.  Lo sciopero è una forma ‘alta’ di protesta, molto frequente in Italia. Mi sembra un argomento adatto a questo blog. Naturalmente chi volessi segnalare uno sciopero potrà comunque utilizzare il form invia la tua protesta.

Captcha del 31/10/2009
Visto i numerosi commenti di Spam mi sono stancato di dover moderare e cancellare ed ho inserito il captcha nei commenti. Gli utenti registrati possono commentare senza inserire il captcha.

Risultato del 11/08/09
A meno di quatto mesi dalla nascita ChiProtesta.it ha raggiunto i 5.000 visitatori. Mi sembra un buon risultato, con un trend di crescita molto buono, raggiunto in particolare con le discussioni sul Tonno Nostromo (più commentato) e sul comportamento di Vodafone con le internet key vodafone (record di visioni con 2167 letture ad oggi).

Anche gli utenti registrati sono cresciuti  ed i visitatori abituali.

 Ranking del 01/07/09
Chiprotesta.it ha raggiunto PageRank 4  a soli 2 mesi dalla nascita.

Pubblicata la pagina Facebook di www.chiprotesta.it 19/06/2009
Da oggi mi sono arreso e se volete potete diventare FAN di CHIPROTESTA su Facebook .
Pubblicità del 04/06/2009
Per chi volesse pubblicizzare questo sito c’è a disposizione questo banner

Chi protesta oggi ?

Chi protesta oggi ?

Che può essere inserito con il seguente codice:

<a title="Inserisci liberamente la tua protesta" href="http://www.chiprotesta.it/">
<img src="http://www.chiprotesta.it/wp-content/uploads/2009/04/chiprotesta.gif" alt="Chi protesta oggi ?" width="468" height="60" /> </a>

Sicurezza del 23/05/2009

Ho dovuto inserire il Captcha nelle registrazioni. I primi spammer erano già in azione. Anche se non davano molto fastidio. Solamente si registravano con nomi fatti di lettere a casa con posta elettronica da provider conosciuti per lo spam

Sorpresa del 12/05/2009

www.chiprotesta.it è stato segnalato nella newsletter di punto informatico “tre siti di oggi” ed è entrato nella Directory di Punto Informatico

Segnalazione di www.chiprotesta .it

Segnalazione di www.chiprotesta .it


Dissertazione del 30 aprile 2009

Questa pagina non era prevista. E’ stata aggiunta dopo 6 giorni dalla nascita del sito. Non tanto dopo quindi, ma abbastanza per cui la struttura di Chiprotesta.it era già definita e funzionante . Ma questo è un blog un po’ particolare. Le news sono le proteste segnalate e non potevo mischiare alle proteste le mie informazioni e le mie indicazioni circa la  crescita, l’evoluzione e gli aggiornamenti del sito. Ma avevo bisogno di parlarne, quindi ecco la sezione blog . Ecco quindi quello che è successo fino ad oggi. La registrazione del dominio è stata fatta il 18/04/2009 . Il sito è stato messo online il 23/04/2009 con la news di presentazione . Nei giorni seguenti ho fatto qualche personalizzazione, ho conosciuto un po’ wordpress, ho aggiustato il tiro . Per esempio avevo previsto che chi si registrava potesse inserire da solo le proprie proteste.  Poi ho visto che l’interfaccia di wordpress è un po’ troppo complicata per chi non l’ha mai vista . Quindi ho creato il form per l’invio delle proteste, che poi provvederò personalmente ad impaginare . Penso comunque che se qualche utente registrato me lo chiedesse, potrei assegnargli il valore di editore e quindi fargli impaginare la sua protesta da solo. Per lo stesso motivo ho fatto in modo che dopo il login, l’utente registrato si trovasse in home page, in un ambiente più familiare. Oggi, 30 aprile 2009, ho tolto il nofollow da tutto il sito, che wordpress setta in automatico. Non mi da fastidio che chi commenta qua sia ricambiato con un link. Per chi spamma è attiva una attenta moderazione. Il sito è appena nato, mi prende parecchio, e credo che mi darà molte soddisfazioni. Ma ho bisogno di utenti, che siano lettori, commentatori od inseritori di proteste, quindi siete tutti invitati. La registrazione è libera e non è neanche obbligatoria.

Partecipa alla protesta. Qual è la tua esperienza ?