La concessionaria Buratti di Firenze

Nelle serie tv e nei film americani spesso si parla dei rivenditori di auto usate come esempio di professionisti della fregatura, abili venditori che riescono a raggirare incauti clienti.
Non credo che in Italia i rivenditori d’auto abbiano la stessa fama, ma è un mercato difficile e può sempre capitare che il cliente non si senta soddisfatto dell’acquisto dell’auto nuova, o usata, e abbia qualcosa da ridire sulle promesse del venditore.

In questo settore, più che in altri, l’età della ditta è sinonimo di serietà e sicurezza. Si possono anche vendere molte auto in breve periodo senza la giusta attenzione al cliente, ma non si può restare a lungo sul mercato se non si opera più che correttamente.

Per questo il miglior biglietto da visita della concessionaria Buratti è che lavora nel settore delle automobili dal 1952, ben 65 anni di attività, quindi è ormai un punto di riferimento sicuro nel mercato automotive di Firenze. Continua a leggere …



Legge elettorale in Italia e in Europa: cosa devi sapere delle Leggi che stanno proponendo in Parlamento

il sistema elettorale
Che cos’è una legge elettorale? Quale legge elettorale abbiamo oggi in Italia? Cos’è e cosa fa la Corte Costituzionale? Queste e altre domande trovano risposta nell’infografica La Legge Elettorale in Italia e in Europa , realizzata dalla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Niccolò Cusano , per spiegare uno dei temi all’ordine del giorno della politica e dell’informazione.

Il dibattito attorno alla legge elettorale è di stretta attualità. In Parlamento sono iniziati i lavori per modificare le leggi elettorali di Camera dei Deputati e Senato della Repubblica. La vittoria dei “No” al referendum costituzionale dello scorso 4 dicembre, che proponeva l’abolizione del Senato elettivo, e la sentenza della Corte Costituzionale dello scorso 25 gennaio, che ha cancellato alcuni elementi dell’Italicum, hanno modificato la situazione politica italiana e hanno riaperto le discussioni attorno alla legge elettorale. Continua a leggere …

Fiat Daily e Fiorino – Come si sgancia la ruota di scorta ?

Chi protesta: AZIENDA CON 7 AUTOMEZZI AUTOCARRI FIAT IVECO
Contro chi: FIAT – IVECO
Per qualche motivo: SISTEMA DI AGGANCIO RUOTA DI SCORTA

FIAT – IVECO ha “inventato” un sistema di aggancio della ruota di scorta per Daily e Fiorino CHE NEMMENO I MECCANICI, METTENDO IL VEICOLO SUL PONTE sono in grado di USARE !

In pratica E’ IMPOSSIBILE SOTITUIRE LA RUOTA DI SCORTA, perchè hanno inventato un sistema a paranco per calare e alzare la ruota di scorta DOTATO DI FRIZIONE che NON FUNZIONA.

fiat iveco daily Continua a leggere …

Nessun Bambino Solo: con SOS Villaggi deiBambini puoi cambiare la vita dei bimbi meno fortunati in Italia

L’infanzia può essere terribilmente difficile in certe situazioni di disagio sociale.

I Villaggi SOS esistono per accogliere in un contesto di tipo famigliare i bambini che sono costretti a crescere da soli perché rimasti orfani, abbandonati o perché allontanati dalla propria famiglia di origine, impossibilitata a prendersi cura di loro.
Nelle case che formano i Villaggi SOS vivono dai quattro a dieci bambini, insieme a un’educatrice residenziale e ogni Villaggio si compone di circa 8-15 nuclei familiari.
La continuità offerta dal servizio SOS è la precondizione per lo sviluppo di legami affettivi stabili e duraturi e, una volta diventati maggiorenni, i ragazzi continuano a essere affiancati e supportati da parte del Villaggio, attraverso servizi e strutture loro dedicati

Nessun Bambino Solo

Nessun Bambino Solo

#nessunbambinosolo è la campagna di SOS Villaggi dei Bambini per sensibilizzare sull’importanza di queste iniziative e per trovare sostenitori continuativi che vogliano prendersi cura dei villaggi e dei bambini ospitati. Continua a leggere …

Sofferenze bancarie, fuori i nomi dei responsabili

Chi protesta : guido

Contro chi: Responsabili delle sofferenze bancarie

Oggetto: Sofferenze bancarie

In questi giorni, ma ormai da molti mesi, si sente parlare di sofferenze bancarie; ho capito che si tratta di crediti che le banche che li hanno concessi non sono più in grado di recuperare (totalmente o parzialmente).

L’entità complessiva varia da 180 a 220 fino a 350 (Economist) miliardi di euro: a parte l’incertezza dell’importo totale, c’è comunque la certezza, pena il default delle banche e non solo, che questi “buchi di bilancio” verranno ripianati e la soluzione più probabile è che intervenga lo Stato cioè i cittadini del nostro Paese.

E’ a questo punto che scatta la protesta: perchè debbono essere i cittadini comuni a pagare per errori fatti da altri cittadini? Chi ha agito in maniera disonesta o scorretta o superficiale o comunque irresponsabile, dovrebbe essere il primo a dover riparare ai propri errori. Chi sono questi soggetti persone fisiche o società con i loro CEO, AD, Presidenti ecc. ecc?

le sofferenze bancarie

Continua a leggere …



Chiediamo alla RAI di destinare ai libri una quota del Canone

CHI PROTESTA: Pagina Facebook Aerarium Litterarum
CONTRO CHI: RAI
PER QUALE MOTIVO: Petizione per la creazione di un Fondo per la Letteratura

Ci è stata segnalata la pagina facebook di Aerarium Litterarum  (https://www.facebook.com/FondoLetteratura/) e l’iniziativa per una petizione per la creazione di un fondo per la letteratura destinando una quota del Canone RAI ad opere letterarie.

La petizione è su change.org a questo indirizzo.

Il concetto è molto semplice, il risultato molto difficile da raggiungere e c’è bisogno dell’aiuto di tutti quanti amino la cultura .

Tutte le famiglie italiane destinano ogni anno una somma non indifferente al pagamento del Canone RAI (lasciamo qui perdere tutte le polemiche relative a questo) .  La RAI è destinataria di questi fondi perchè come Servizio Pubblico radiotelevisivo è tenuta a portare cultura alle famiglie .  Ma la cultura non si può restringere ai soli spazi televisivi e radiofonici .  La cultura è di più .  Libri, riviste, biblioteche, musei, pinacoteche ,

Aerarium Litterarum propone che una piccolissima parte del canone RAI sia destinato a creare un fondo per la letteratura .

Da amante dei libri capisco e sostengo questa posizione e vi invito a firmare la petizione.

La petizione è in quattro lingue: italiano, latino, inglese e tedesco .

petizione-aerarium-litterarum Continua a leggere …