Sofferenze bancarie, fuori i nomi dei responsabili

Chi protesta : guido

Contro chi: Responsabili delle sofferenze bancarie

Oggetto: Sofferenze bancarie

In questi giorni, ma ormai da molti mesi, si sente parlare di sofferenze bancarie; ho capito che si tratta di crediti che le banche che li hanno concessi non sono più in grado di recuperare (totalmente o parzialmente).

L’entità complessiva varia da 180 a 220 fino a 350 (Economist) miliardi di euro: a parte l’incertezza dell’importo totale, c’è comunque la certezza, pena il default delle banche e non solo, che questi “buchi di bilancio” verranno ripianati e la soluzione più probabile è che intervenga lo Stato cioè i cittadini del nostro Paese.

E’ a questo punto che scatta la protesta: perchè debbono essere i cittadini comuni a pagare per errori fatti da altri cittadini? Chi ha agito in maniera disonesta o scorretta o superficiale o comunque irresponsabile, dovrebbe essere il primo a dover riparare ai propri errori. Chi sono questi soggetti persone fisiche o società con i loro CEO, AD, Presidenti ecc. ecc?

le sofferenze bancarie

Continua a leggere …



Chiediamo alla RAI di destinare ai libri una quota del Canone

CHI PROTESTA: Pagina Facebook Aerarium Litterarum
CONTRO CHI: RAI
PER QUALE MOTIVO: Petizione per la creazione di un Fondo per la Letteratura

Ci è stata segnalata la pagina facebook di Aerarium Litterarum  (https://www.facebook.com/FondoLetteratura/) e l’iniziativa per una petizione per la creazione di un fondo per la letteratura destinando una quota del Canone RAI ad opere letterarie.

La petizione è su change.org a questo indirizzo.

Il concetto è molto semplice, il risultato molto difficile da raggiungere e c’è bisogno dell’aiuto di tutti quanti amino la cultura .

Tutte le famiglie italiane destinano ogni anno una somma non indifferente al pagamento del Canone RAI (lasciamo qui perdere tutte le polemiche relative a questo) .  La RAI è destinataria di questi fondi perchè come Servizio Pubblico radiotelevisivo è tenuta a portare cultura alle famiglie .  Ma la cultura non si può restringere ai soli spazi televisivi e radiofonici .  La cultura è di più .  Libri, riviste, biblioteche, musei, pinacoteche ,

Aerarium Litterarum propone che una piccolissima parte del canone RAI sia destinato a creare un fondo per la letteratura .

Da amante dei libri capisco e sostengo questa posizione e vi invito a firmare la petizione.

La petizione è in quattro lingue: italiano, latino, inglese e tedesco .

petizione-aerarium-litterarum Continua a leggere …

Come rivoluzionare il sistema industriale e produttivo con l’economia circolare

Arriva l’ECONOMIA CIRCOLARE in Trentino:

come rivoluzionare il sistema industriale e produttivo

Questa non è una protesta, come siamo soliti pubblicare su questo sito, ma ritengo che questo comunicato stampa sia comunque in linea con gli argomenti di questo blog.

Se protestiamo, vogliamo cambiare le cose . Se protestiamo è perchè vediamo qualcosa che non funziona e vorremmo sia fatto meglio e diversamente .

La protesta è dar voce alle proprie idee .

In una società che ha perso di vista cosa significa economia sostenibile, ben vengano nuove idee, ben venga la volontà di cambiare le cose, così come ci viene prospettato in questo invito a partecipare alla conferenza per l’economia circolare.

Addio ai temi di sostenibilità ed economia della decrescita. Arrivano le imprese dell’economia circolare. Se ne parla alla conferenza del 12 Ottobre con Giovanni Corbetta (Ecopneus), Giulio Bonazzi (Aquafil), Thomas Miorin (RE-lab) e la startup HTC Bio.

Perché abbiamo oggetti che usiamo un paio di volte all’anno? Cosa significa buttare un intero cellulare solo per cambiare una componente? Cosa possiamo fare con gli scarti organici e materici che produciamo ogni giorno? Perché generiamo energia da fonti non rinnovabili? Continua a leggere …

Scommesse sportive sponsor della Nazionale di Calcio

Intralot sponsor della Nazionale di Calcio

Foto di Il Fatto Quotidiano

Il nuovo sponsor “premium” della Nazionale di calcio è Intralot, gruppo mondiale delle scommesse sportive.

Dopo l’invasione sulle maglie di squadre italiane ed estere, ora le scommesse arrivano anche sulla maglia della Nazionale di Calcio.

Può una rappresentanza dello Stato infischiarsene della difficile lotta contro la ludopatia che viene portata avanti dallo Stato stesso, oltre che da svariate associazioni ?

La Ludopatia è un problema da prendere sul serio.

Leggendo da Wikipedi, il gioco d’azzardo patologico è un disturbo del comportamento rientrante nella categoria diagnostica dei disturbi del controllo degli impulsi.

Nell’edizione di maggio 2013 del DSM il gioco d’azzardo è stato inquadrato nella categoria delle cosiddette “dipendenze comportamentali”. Ha una forte attinenza con la tossicodipendenza; infatti il giocatore d’azzardo patologico mostra una crescente dipendenza nei confronti del gioco d’azzardo, aumentando la frequenza delle giocate, il tempo passato a giocare, la somma spesa nell’apparente tentativo di recuperare le perdite, investendo più delle proprie possibilità economiche (facendosi prestare i soldi e coprendosi di debiti) e trascurando gli impegni che la vita gli richiede. Continua a leggere …

Equitalia, populismo e affari sporchi . Chi vuole cancellare Equitalia e perchè .

stop equitalia ? Siete sicuri ?

stop equitalia ? Siete sicuri ?

Vogliamo fare un discorso serio su Equitalia ?

Perchè quello che sentiamo dire da tanti anni su questo ente non è esattamente la verità . Dipingono volutamente Equitalia più brutta e cattiva di quello che è. Il motivo è che c’è un immenso interesse economico connesso alla sua chiusura.

Equitalia SpA, istituita nel 2005, è una società a totale capitale pubblico (51% Agenzia delle Entrate e 49% INPS) ed il suo ruolo è quello di Agente unico della riscossione.

Equitalia riscuote per conto degli enti pubblici . Equitalia non stabilisce cosa e quanto il contribuente deve pagare. Si limita a fare da tramite tra l’ente che vanta il credito (tasse, sanzioni, diritti vari) ed il contribuente che deve pagare .

Equitalia può avere un mandato diretto alla riscossione, cioè inviare degli avvisi di pagamento per conto dell’ente, ed in questo caso non ci sono more od interessi rispetto a quanto dovuto all’Ente. Sarà questo a riconoscere un aggio ad Equitalia per il servizio di invio degli avvisi di pagamento e riscossione.

Oppure l’Ente non è riuscito a riscuotere direttamente dal contribuente, che non versa quanto richiesto nel tempo dovuto, e iscrive il suo credito a ruolo presso Equitalia, che in questo caso aggiunge interessi moratori e commissioni verso il contribuente, che però ha già avuto la sua possibilità di pagare senza oneri aggiuntivi.

Cosa succede se cancelliamo Equitalia ?

Se e quando Equitalia verrà cancellata, qualcun altro prenderà il suo posto. Continua a leggere …



Perchè andare a votare il referendum abrogativo Stop-Trivelle del 17 aprile

Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016)”, limitatamente alle seguenti parole: “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale”?

Questo è il quesito del referendum abrogativo a cui tutti gli italiani sono chiamati a rispondere domenica 17 aprile .

E’ l’unico quesito referendario rimasto su un gruppo di 6 quesiti proposti, gli altri 5 sempre sugli stessi argomenti sono stati annullati per intervenute modifiche legislative con la legge di stabilità finanziaria.

In poche parole il testo di legge attuale prevede per le concessioni per le estrazioni in mare già in attività ed entro le 12 miglia marine vengano automaticamente prorogate fino al termine del giacimento in estrazione (gas o petrolio).  Se il referendum raggiunge il quorum e vincono i SI le parole che permettono questa proroga vengono cancellate e quindi le concessioni terminano alla loro naturale scadenza . Continua a leggere …