Salvini VS Asselborn – Immigrati o schiavi – Chi ha ragione?

Avrete visto il video del Ministro degli Interni Matteo Salvini che ha paragonato gli immigrati africani agli schiavi, spingendo il ministro degli esteri lussemburghese a replicare rabbiosamente, usando anche l’intercalare francese “Merde alors!” (traducibile in ‘e che cazzo’).

Scontro Salvini-  Asselborn

Lo scambio infuocato tra Salvini e Jean Asselborn, ministro del Lussemburgo per l’immigrazione e l’asilo, è avvenuto durante una sessione a porte chiuse a una conferenza europea sulla sicurezza e l’immigrazione a Vienna.

Salvini, che ha sottolineato la sua opposizione come Ministro italiano ad accettare altri migranti e rifugiati che attraversano il Mediterraneo dalla Libia e dalla Tunisia, ha pubblicato con orgoglio un video dell’interazione sulla sua pagina Facebook, accanto al post: “Il ministro lussemburghese ha dichiarato questa mattina che abbiamo bisogno di migranti perché l’Europa sta invecchiando. Gli ho detto che invece lavoro verso i giovani italiani (e gli europei) che tornano a portare bambini nel mondo, perché non vogliamo nuovi schiavi“.

Il punto controverso che ha scatenato la lite dialettica è la tesi sostenuta da alcuni leader europei che con l’ invecchiamento della popolazione le nazioni dell’UE devono accettare più migranti.

Nel video, Salvini parla di “essere pagati dai cittadini per aiutare i nostri giovani a ricominciare ad avere bambini come facevano alcuni anni fa, e non sradicare il meglio dei giovani africani per sostituire gli europei che non hanno figli Di Più. Forse in Lussemburgo c’è questa necessità; in Italia c’è bisogno di aiutare i nostri figli ad avere figli, non di avere nuovi schiavi per sostituire i bambini che non abbiamo.”

Asselborn, seduto a due posti da Salvini, diventa sempre più agitato mentre il ministro parla, prima di interrompersi in francese con “ allez, allez, allez “. (traducibile con ‘su, andiamo’)

Salvini poi dice: “La tua opinione non è mia. Forse in Lussemburgo c’è bisogno di una nuova immigrazione, ma in Italia c’è bisogno di aiutare le persone a fare figli“.

Questa osservazione ha scatenato una risposta rabbiosa da parte di Asselborn, che ha ricordato a Salvini gli italiani che vivevano in Lussemburgo: “Sono venuti come migranti e hanno lavorato a Lussemburgo, così che in Italia avevano i soldi per crescere i loro figli“, ha detto, prima di concludere con l’ormai famoso: “ Merde alors!“.

Salvini ha recentemente polemizzato anche con un commissario europeo per aver paragonato i leader populisti in Europa a “piccoli Mussolini” .

Pierre Moscovici, commissario per gli affari economici dell’UE, ha paragonato l’attuale clima economico all’ascesa del fascismo e del nazismo negli anni ’30 e ha affermato che mentre l’Europa non è minacciata da un nuovo Hitler, ci sono molti “piccoli Mussolini”.

L’osservazione ha attirato una risposta furiosa di Salvini, che ha accusato il politico francese di insultare l’Italia e che avrebbe dovuto “sciaquarsi la bocca“.

About Chi protesta

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei argomenti su blogsdaseguire.it.

Partecipa alla protesta. Qual è la tua esperienza ?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento. Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.