Limite al contante e lotta all’evasione fiscale

Chi protesta: Salvatore

Contro chi protesta: evasori fiscali

Motivo della protesta: non viene mai fatta una seria lotta all’evasione fiscale. Gli evasori fiscali truffano me, non lo Stato.

E come sempre la lotta all’evasione fiscale la faranno un’altra volta. Nella nuova manovra finanziaria è stato deciso che la limitazione del limite del contante sarà portato a 2.000 euro (dopo che il Governo Renzi lo portò da 1.000 a 3.000 euro).

E’ una decisione ridicola che non influirà minimamente nella lotta al nero.

La verità è che nessuno, da decenni, vuole iniziare una vera lotta all’evasione fiscale. Tutti consapevoli di quanto costa allo Stato ed al Cittadino ma il politico che ragiona in termini elettorali non farà mai niente di serio per combattere l’evasione fiscale.

Limitare l’uso del contante (magari a 100 euro, non a 1.0000), e verificarne l’uso, è una misura veramente drastica, ma assolutamente necessaria in un paese in cui i cittadini fanno dell’evasione fiscale un motivo di orgoglio e non la percepiscono come un reato.

Per combattere l’evasione fiscale occorrono misure decise e drastiche.

E un cambio culturale. L’evasione fiscale non è una furbizia, ma un furto. Ed il furto non è ai danni dello Stato, ma del cittadino. Chi evade il fisco rende la vita più difficile e costosa ai genitori, ai parenti, agli amici, ai colleghi di lavoro. Perché i soldi sottratti illecitamente al fisco sono soldi sottratti ai servizi ed alle funzioni che lo Stato deve svolgere per conto dei cittadini.

Se si un evasore fiscale non dovresti utilizzare i servizi che sono pagati con i soldi delle tasse a cui tu non partecipi.

evasione fiscale

Se sei un evasore fiscale non puoi:

  • recarti al pronto soccorso
  • farti curare negli ospedali pubblici
  • usufruire della riduzione del ticket dei farmaci
  • mandare i tuoi figli alla scuola pubblica
  • usufruire dei libri gratuiti per la scuola elementare
  • avere insegnanti di sostegno per tuo figlio in difficoltà
  • accedere all’edilizia residenziale pubblica
  • percorrere strade manutenzionate dalle mie tasse
  • cercare sicurezza da Polizia e Carabinieri

Queste e molte altre cose sono pagati dalle mie tasse. Tu che non versi tasse non hai diritto ad usufruirne.

La lotta all’evasione fiscale è un dovere oltre che per finalità economiche per uguaglianza e finalità sociale.

Senza contare poi che l’evaso fiscale, dichiarando un basso reddito, partecipa ai contributi pubblici (contributo all’affitto, ticket ridotti, contributi allo studio, precedenza nelle graduatorie) togliendo ad altri il diritto ad usufruirne.

Chi non paga le tasse fa schifo. Se conosci un evasore fiscale, non è tuo amico. Ti sta fregando.

Abolizione o limitazione del contante

limita il contante - combatti l'evasione fiscale

Chi è contro la limitazione dell’uso del contante è un evasore fiscale. Si nasconde dietro scuse risibili e personali, ma la verità è che è un evasore fiscale e un mondo fatto di soli pagamenti elettronici lo costringerebbe a pagare le tasse.

Se il Governo non limita l’uso del contante favorisce gli evasori fiscali, perciò non dovrebbe avere il tuo sostegno.

Se combattere l’evasione fiscale significa perdere i voti degli evasori, dobbiamo far capire ai politici che non combattere l’evasione fiscale significa perdere i voti di chi paga regolarmente le tasse.

Perché l’evasione fiscale toglie soldi dal tuo portafoglio.

Visto che il ‘nero‘ è strettamente legato all’uso del contante, il contante deve essere abolito.

Chi paga regolarmente le tasse non ha paura di usare carte di credito e bancomat, o altri sistemi di pagamento digitale. Usare le carte è semplice e sicuro.

Se non ti basta contrastare l’evasione fiscale, devi pensare che con l’abitazione del contante risolve molti altri problemi. Finirebbero gli scippi e le rapine nei negozi. Non ci sarebbero più anziani pedinati dopo che ritirano la pensione alle poste. Senza contante finirebbe lo spaccio di droghe agli angoli della strada, mendicanti fuori dal supermercato. Non esisterebbero gli affitti in nero ed i lavoratori pagati fuori busta, con conseguenze a lungo termine sugli importi dei contributi versati per la pensione.

About Chi protesta

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei argomenti su blogsdaseguire.it.

Partecipa alla protesta. Qual è la tua esperienza ?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento. Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.