I servizi igienici delle Ferrovie a terra ed in treno

CHI PROTESTA: Ignazio Tiana – tatorobinsar
CONTRO CHI: Ferrovie dello Stato
PER QUALE MOTIVO: Ignoranza o furbizia?

Salve, mentre mi accingevo ad affrontare un viaggio e già da tempo non usufruivo del servizio treni da Roma Termini a Civitavecchia, mi accingevo ad usare i servizi igienici nella stazione ed entrato nei locali dei bagni notavo un sistema di passapersone costituito da barriere in vetro a gettoniera: Nulla da eccepire anche se in molte stazioni ferroviarie l’uso dei servizi non si paga in questi casi ci si puo solo aspettare una maggiore pulizia, che peraltro ho trovato con la presenza anche fisica dell’operatore di turno che assicurava dei bagni veramente puliti ed in ordine e dotati del minino indispensabile. Nonostante ciò ho potuto constatare che a fronte della cifra per poter usufruire ed entrare attraverso la barriera di 0,80 centesimi di euro, peraltro forse anche giusta, le gettoniere non davano resto e dopo aver inserito due monete da 50 cent si trattenevano i 20 cent di resto. Un po’ urtato dal fatto che non mi pare giusto e nn si sa dove vanno a finire tutti questi resti non restituiti pensavo comunque che gli stessi se devoluti o usati per migliorare i servizi fossero comunque ben persi, ma , entrato in treno per raggiungere la meta di Civitavecchia mi aspettava la sorpresa penso molto consueta ai clienti abituali di quel treno.
Mentre mi accingevo ancora alla ricerca di un bagno sul treno mi accorgevo che quello del mio vagone era inutilizzabile perche chiuso senza nessuna motivazione scritta e incrociato il capotreno e richieste delucidazzioni mi rispondeva che ne avrei trovato uno piu avanti negli altri vagoni.

 Vorrei a questo punto fare due considerazioni: la prima , se si pensa a quante migliaia di passeggeri o avventori frequentano giornalmente la stazione di termini, quanti resti rimangono nelle tasche di chi scuota le gettoniere e questa cifra che diventa poi veramente imponente e di valore a quali fini va destinata? o in quali tasche rimane? La seconda considerazione è che ancora una volta ho assitito a un disservizio per i bagni sul treno veramente ridicolo e consueto e oltremodo sconcio, cio’ perche penso che non si possa sperare di rivolgere un servizio al cliente pagante di questa qualità e che il cliente stesso non debba essere costretto a percorrere tutto il treno per dovere assolvere a dei bisogni fisiologici sopratutto in bagni che poi fortunatamente scoperti molto distanti sono veramente inaccessibili per sporcizia e disordine e sopratutto anche pericolosi per la salute pubblica nonche’ molto indecenti e non certo qualificanti per le ferrovie del nostro Stato che continuano ad essere sicuramente insensibili al minimo servizio da prestare all’utenza non solo nella qualita’ ma nella minima decenza dovuta e , insomma mentre da una parte si perdono soldi anche per i resti dall’altra chi li incassa certo non li investe per portare i nostri mezzi pubblici, peraltro ben pagati, all’altezza o competitivi con gli altri….spero che tutti i pendolari o i clienti di quella tratta mi diano conferma e conforto per quanto qui denunciato e si uniscano a me nella protesta…. ciao a tutti e….buon viaggio….se le ferrovie si degneranno di attrarci un po di piu !



468x60 ott

About admin-Salvatore

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei argomenti su blogsdaseguire.it.

One thought on “I servizi igienici delle Ferrovie a terra ed in treno

  1. marcodamato

    ho viaggiato per anni in treno potrei fare a gara con omeroe vigilio e scrivere le ferroviadi ma lo spazio non lo consente. dico solo che ora con le cosiddette privatizzazioni hanno ben affossato i problemi(un caso?)e non sai piu a chi rivolgerti .

Partecipa alla protesta. Qual è la tua esperienza ?