Rinnovo passaporto con figli minorenni

Chi protesta: Filippo Cecchi

Contro chi protesta: legge italiana

Oggetto della protesta: rinnovo passaporto

Sono Filippo Cecchi di Santarcangelo di Romagna (RN), però residente a Santiago del Cile e regolarmente iscritto all’A.I.R.E. dal 2002.

Nel 2007 mi sono sposato con una cilena e nel 2010 è nata nostra figlia Isabella. Purtroppo nel 2013 mia moglie è andata a vivere alla casa di suo padre portandosi dietro Isabella. A parte la faticosissima lotta per poter veder regolarmente mia figlia, il problema nasce per il rinnovo del mio passaporto.

Continua a leggere …

L’allarmismo del morbillo

Chi protesta: Salvatore

Contro chi: Allarmismo contro il morbillo per giustificare la campagna vaccini

Per quale motivo: Governo, Ministero della Sanità, cause farmaceutiche, medici prezzolati

Il modo in cui si sta cavalcando l’allarmismo sanitario in Italia per sostenere la campagna vaccini è agghiacciante.

Viene costantemente rappresentata un emergenza epidemia che non esiste, come confermato dalla stessa ministro della salute Lorenzin il giorno della presentazione del suo decreto vaccini.

Continua a leggere …

Rottamazione ter – cancellate tutte le cartelle fino a 1.000 euro – I piccoli evasori ancora premiati

Chi protesta: Contribuente onesto (scontento, con fatica, ma onesto)

Contro chi: Governo dei condoni

Per quale motivo: pace fiscale – condono fiscale – definizione agevolata – rottamazione ter

 

Hai dimenticato di pagare le tasse, nonostante i continui solleciti di Equitalia prima e di Agenzia delle Entrate dopo?

Non ti preoccupare più delle piccole somme dovute al tuo comune o allo Stato: con il Decreto Legge n. 119/2018 sono automaticamente annullati i debiti residui fino a mille euro relativi ai carichi dall’anno 2000 all’anno 2010.

Più che un condono fiscale si tratta di una resa incondizionata dello Stato verso i piccoli debitori. D’accordo che è stata presentata come un aiuto alle famiglie in difficoltà, ma purtroppo ci rientra chi volontariamente omette di fare il suo dovere di cittadino contando sull’inadeguatezza del sistema di riscossione e recupero dell’evasione. In poche parole ancora una volta sono premiati i cosiddetti furbetti, gli evasori fiscali . Continua a leggere …

Fermiamo il mercato di cani a Yulin

Chi protesta: Spartaco05

Contro chi: Contro il mercato di cani a Yulin

Per quale motivo: Mercato di cani

Salve, sono un’animalista, un piccolo animalista, e non posso vedere uno scempio del genere.

Non so se sapete qualcosa sul mercato di cani a Yulin,vi dico io cosa succede.

A Yulin ogni anno c’è il mercato di cani e gatti e ogni anno grazie a questo mercato in Cina vengono uccisi 20.000 cani e una piccola percentuale di gatti. Ho inviato questa protesta per informarvi dello schifo che avviene ogni anno. Continua a leggere …

La beneficenza che solleva lo Stato dai suoi doveri

CHI PROTESTA: Fabiana e Salvatore
CONTRO CHI: Stato
PER QUALE MOTIVO: si disinteressa dei problemi reali e lascia che siano risolti dalla solidarietà dei cittadini

Qualche giorno fa stavo guardando il telegiornale ed in un servizio di fondo è apparso lo stimatissimo showman Fiorello all’inaugurazione del nuovo reparto di terapia intensiva neonatale.

L’ospedale Fatebenefratelli a Roma è il primo in Italia a sperimentare delle nuove culle per neonati prematuri grazie al sostegno di Fiorello che ha contribuito attraverso la raccolta fondi partecipando ad eventi di spettacolo. «Ecco le vere soddisfazioni: sapere che c’è un progetto del genere con un reparto che serve a far star bene i bambini e che c’è una piccolissima parte di te in questa cosa. Queste sono le vere soddisfazioni» ha commentato il Fiorello nazionale.

In particolare, un sistema video protetto consentirà ai genitori di controllare il loro neonato da casa o dal lavoro e di poter monitorare in qualsiasi momento i parametri generali dello stato di salute. del bambino attraverso tablet e smartphone.  Una presenza virtuale, ma ugualmente significativa per i genitori.

Tutto molto bello, sia l’impegno di Fiorello, sia la tecnologia ed internet al servizio dei neonati. Non abbiamo nulla contro questo impegno. Continua a leggere …

firma la petizione per permettere ai palestinesi di usare Paypal: #PayPal4Palestine

CHI PROTESTA: Actionaid
CONTRO CHI: Paypal
PER QUALE MOTIVO: i palestinesi non possono usare Paypal

PayPal, metodo standard per i pagamenti online di milioni di persone nel mondo, non offre i suoi servizi ai Palestinesi dei Territori Occupati di Cisgiordania e Gaza.

Questo ha delle pesanti ricadute soprattutto sulle nuove generazioni e limita fortemente lo sviluppo del nascente settore tecnologico, uno dei pochissimi in crescita e in grado di dare speranza ai giovani, in un Paese in cui più del 38% della popolazione vive in povertà.

Chiedi anche tu a PayPal, con la petizione organizzata da Actionaid, di fare la cosa giusta. (puoi trovare altre informazioni su Actionaid sul blog www.infodonazione.it)

Firma la petizione di Actionaid che trovi a questa pagina. Continua a leggere …