Mobilitazione lavoratori call center contro le delocalizzazioni

CHI PROTESTA: lavoratori Call Center Almaviva
CONTRO CHI: Almaviva, Vodafone, Telecom, Wind, Infostrada, Fastweb
PER QUALE MOTIVO: contro le delocalizzazioni dei Call Center

CALL CENTER E PRECARIETA’: NASCE IL COORDINAMENTO NAZIONALE PER DIRE NO ALLE DELOCALIZZAZIONI.
IL 6 APRILE FLASH MOB IN CONTEMPORANEA A ROMA NAPOLI PALERMO E CATANIA.

Nasce il Coordinamento nazionale degli operatori di Call center per dire NO alle delocalizzazioni, fenomeno che sta seriamente rischiando di far saltare centinaia di posti di lavoro in tutta Italia.

Sabato 6 aprile alle 18 il neonato Coordinamento ha infatti organizzato in contemporanea a Roma Napoli Palermo e Catania un Flash Mob che si svolgerà nelle principali piazze di queste importanti città d’Italia, che da Roma in giù rappresentano il ‘Polo in dismissione’ dei customer care in outsourcing, per protestare contro il fenomeno delle delocalizzazioni prassi molto utilizzata dalle aziende soprattutto nel settore delle Telecomunicazioni e dei servizi ai call center per abbattere il costo del lavoro e rendere sempre più precario il contesto sociale nel nostro Paese.

Saremo tantissimi – affermano con entusiasmo dal comitato promotore – questo è il primo di una lunga serie di eventi attraverso i quali proveremo a sensibilizzare in modo nuovo e dinamico l’opinione pubblica su di un fenomeno, quello delle delocalizzazioni, che impoverisce il lavoro in Italia, lo rende più precario creando dumping tra le imprese e nelle gare di appalto della Pubblica amministrazione ed espone tutti i cittadini italiani possessori di un sim card con uno dei tanti gestori al problema del trattamento dei dati personali ed alla violazione della privacy”. Continua a leggere …

Basta con le telefonate dei televenditori. Perchè non li sopporto e come fermarli

CHI PROTESTA: Salvatore – Admin
CONTRO CHI: Telemaketing, venditori al telefono
PER QUALE MOTIVO: stanno diventando ossessivi

Le telefonate dei vari telemarketing iniziano ad essere davvero troppo numerose, insistenti e fastidiose.

Solo ieri ho ricevuto 4 telefonate da bottegaverde,bonprix,sorgenia e dahlia , 2 al telefono fisso e 2 al cellulare.

Di bottegaverde e bonprix sono cliente, ogni tanto compro qualcosa e capisco che telefonino. Ma perchè mi chiamano in continuazione quelli a cui ho già detto di no ?

Nell’arco di un mese mi hanno telefonato un po’ tutti, specialmente le nuove compagnie elettriche, le varie telefoniche, la barclaycard .  Ma telefonano anche per vendermi olio e vini .

Sono subissato, affogato,sommerso,coperto di telefonate di venditori e sinceramente non ne posso più.

Continua a leggere …

3 italia: velocità internet key hsdpa

CHIPROTESTA: claudio
CONTRO CHI: 3 italia
PER QUALE MOTIVO: connessione internet mobile

ho sottoscritto un abbonamento a 30 ore al mese con tre italia, acquistando la loro internet key, ma la mia velocità media, nonostante la mia zona sia coperta dal segnale hsdpa, non risulta mai superiore a 400 kbps al secondo, ho protestato telefonicamente e tramite mail ma non mi hanno considerato minimamente continuano a fare finta di niente. Aspetto con ansia la scadenza dei 23 mesi per disdire.

il call center deve avere il numero verde

CHI PROTESTA: Mario Barbini

CONTRO CHI: Le società concessionarie di pubblici servizi. I call center

PER QUALE MOTIVO: il Cittadino-utente “dovrebbe” fruire del servizio via telefono e solo con numeri verdi. Ma non è così .

Vogliamo portare all’attenzione di tutti i Cittadini il noto argomento dei “call-center” e, più in generale, le “società concessionarie di pubblici servizi”. Ricordiamo che si tratta di un tema di importanza vitale per la nostra Società Civile. ECCO PERCHE’:

LE SOCIETA’ PRIVATE CHE RICEVONO DALLO STATO “CONCESSIONI”, CIOE’ CONTRATTI MILIONARI, NON OPERANO NEL RISPETTO E NELL’INTERESSE DEL CITTADINO, MA CURANO “ESSENZIALMENTE” L’INTERESSE PROPRIO.

Continua a leggere …